GIULIETTO CHIESA

WWIII

CROATIAN  ENGLISH   ESPAÑOL  GREEK  NEDERLANDS  POLSKI  PORTUGUÊS EU   PORTUGUÊS BR  ROMANIAN  РУССКИЙ

What part will your country play in World War III?

By Larry Romanoff, May 27, 2021

 

The true origins of the two World Wars have been deleted from all our history books and replaced with mythology. Neither War was started (or desired) by Germany, but both at the instigation of a group of European Zionist Jews with the stated intent of the total destruction of Germany. The documentation is overwhelming and the evidence undeniable. (1) (2) (3) (4) (5) (6) (7) (8) (9) (10) (11)

         Read More

BRUTALITY

BRUTALITY IN ACTION

AND NO ONE REACTS AGAINST AND OPPOSES IT!!!....

BRUTALIDADE EM ACÇÃO

E NINGUÉM REAJE CONTRA ELA E SE OPÕE!!!...

https://twitter.com/backtolife_2023/status/1589485984361873408?s=20&t=7vdffgzpUFi2yeU4FxCHng

 



FREE JULIAN ASSANGE

Monday, December 13, 2021

IT -- Manlio Dinucci -- L'Arte de la guerra -- La polveriera ucraina e la miccia

 


L’Arte della guerra

La polveriera ucraina e la miccia

Manlio Dinucci

  

Roger Wicker, membro della Commissione per i servizi armati del Senato degli Stati uniti, ha dichiarato in una intervista a Fox News (8 dicembre) di non escludere un intervento militare diretto Usa contro la Russia per «difendere l’Ucraina» e, senza che l’intervistatore glielo avesse chiesto, ha aggiunto: «Sapete che non escludiamo l’azione nucleare di primo uso», ossia di usare per primi le armi nucleari. È un messaggio trasversale a Mosca sulla determinazione degli Stati uniti a sostenere un eventuale attacco di Kiev contro i russi del Donbass. Esso sarebbe certamente presentato come risposta a un attacco effettuato dai russi del Donbass. Nella mente di chi dal 2014 ha attuato la strategia della tensione contro la Russia, questa sarebbe comunque una mossa vincente.

Mosca avrebbe due alternative: non intervenire militarmente a difesa dei russi del Donbass, lasciando che vengano travolti dall’attacco ucraino sostenuto di fatto dalla Nato e costretti ad abbandonare la regione rifugiandosi in Russia, decisione questa che sarebbe traumatica per Mosca soprattutto sul piano interno; oppure intervenire militarmente per arrestare l’attacco ucraino, esponendosi alla condanna internazionale per aggressione e invasione di uno Stato sovrano.

I generali ucraini hanno avvertito che non sarebbero in grado di «respingere le truppe russe senza una massiccia infusione di aiuto militare da Occidente». L’infusione è già iniziata: gli Stati uniti, che hanno già dato a Kiev un aiuto militare di 2,5 miliardi di dollari, gli hanno fornito in novembre altre 88 tonnellate di munizioni nel quadro di un «pacchetto» da 60 milioni di dollari, comprendente anche missili Javelin già schierati contro i russi del Donbass. Allo stesso tempo gli Usa hanno inviato in Ucraina oltre 150 consiglieri militari che, affiancati da quelli di una dozzina di alleati Nato, dirigono di fatto le operazioni.

La situazione è ancora più esplosiva perché l’Ucraina – oggi partner ma, di fatto, già membro della Nato – potrebbe essere ufficialmente ammessa quale 31° membro della Alleanza, con la conseguenza che, in base all’Articolo 5 del Trattato Nord Atlantico, gli altri 30 membri della Nato dovrebbero intervenire militarmente sul fronte del Donbass a sostegno dell’Ucraina contro la Russia.  Il Ministero degli Esteri russo ha chiesto alla Nato di non ammettere l’Ucraina, per non accrescere ulteriormente la tensione militare e politica in Europa, ricordando che dalla fine della guerra fredda la Russia ha ricevuto ripetute assicurazioni che la giurisdizione e le forze militari della Nato non sarebbero avanzate di un pollice verso Est, ma che tali promesse non sono state mantenute. Il Ministero degli Esteri russo ha quindi proposto alla Nato di aprire trattative per accordi di lungo termine che impediscano l’ulteriore espansione della Nato ad Est e lo spiegamento di sistemi d’arma nelle immediate vicinanze del territorio russo. La proposta è stata seccamente respinta il 10 dicembre dalla Nato, per bocca del segretario generale Stoltenberg: «Il rapporto della Nato con l’Ucraina sarà deciso dai 30 membri della Alleanza e dall’Ucraina, e da nessun altro».

Subito dopo, ieri 13 dicembre, i ministri degli Esteri del G7 (Stati Uniti, Canada, Regno Unito, Francia, Germania, Italia, Giappone) e l’Alto Rappresentante dell’Unione Europea, incontratisi a Liverpool,  hanno dichiarato di essere «uniti nella condanna del rafforzamento militare della Russia e della sua retorica aggressiva nei confronti dell'Ucraina» e che «la Russia non dovrebbe avere dubbi sul fatto che un'ulteriore aggressione militare contro l'Ucraina avrebbe come risposta massicce conseguenze e gravi costi».

Intanto la Finlandia, membro della Ue e attivo partner Nato contro la Russia, annuncia l’acquisto di 64 caccia F-35A della Lockheed Martin al prezzo di 8,4 miliardi di euro che, comprese le infrastrutture, salgono a 10 miliardi, a cui il governo aggiungerà altri 10 miliardi di euro per il loro mantenimento e ammodernamento. I 64 F-35A da attacco nucleare saranno schierati ai confini con. la Russia, ad appena 200 km da San Pietroburgo, di fatto sotto comando degli Usa che, come ricorda il senatore Wicker, non escludono di usare per primi le armi nucleari.

Manlio Dinucci

(il manifesto, 14 dicembre 2021)


No comments:

Post a Comment

Note: Only a member of this blog may post a comment.

Manifestações

2007 Speech

UKRAINE ON FIRE

Discurso do Presidente da Rússia, Vladimir Putin, na manhã do dia 24 de Fevereiro de 2022

Discurso do Presidente da Rússia, Vladimir Putin, Tradução em português




Presidente da Rússia, Vladimir Putin: Cidadãos da Rússia, Amigos,

Considero ser necessário falar hoje, de novo, sobre os trágicos acontecimentos em Donbass e sobre os aspectos mais importantes de garantir a segurança da Rússia.

Começarei com o que disse no meu discurso de 21 de Fevereiro de 2022. Falei sobre as nossas maiores responsabilidades e preocupações e sobre as ameaças fundamentais que os irresponsáveis políticos ocidentais criaram à Rússia de forma continuada, com rudeza e sem cerimónias, de ano para ano. Refiro-me à expansão da NATO para Leste, que está a aproximar cada vez mais as suas infraestruturas militares da fronteira russa.

É um facto que, durante os últimos 30 anos, temos tentado pacientemente chegar a um acordo com os principais países NATO, relativamente aos princípios de uma segurança igual e indivisível, na Europa. Em resposta às nossas propostas, enfrentámos invariavelmente, ou engano cínico e mentiras, ou tentativas de pressão e de chantagem, enquanto a aliança do Atlântico Norte continuou a expandir-se, apesar dos nossos protestos e preocupações. A sua máquina militar está em movimento e, como disse, aproxima-se da nossa fronteira.

Porque é que isto está a acontecer? De onde veio esta forma insolente de falar que atinge o máximo do seu excepcionalismo, infalibilidade e permissividade? Qual é a explicação para esta atitude de desprezo e desdém pelos nossos interesses e exigências absolutamente legítimas?

Read more

ARRIVING IN CHINA

Ver a imagem de origem

APPEAL


APPEAL TO THE LEADERS OF THE NINE NUCLEAR WEAPONS' STATES

(China, France, India, Israel, North Korea, Pakistan, Russia, the United Kingdom and the United States)

中文 DEUTSCH ENGLISH FRANÇAIS ITALIAN PORTUGUESE RUSSIAN SPANISH ROMÂNA

manlio + maria

MOON OF SHANGHAI site

LR on CORONAVIRUS

LARRY ROMANOFF on CORONAVIRUS

Read more at Moon of Shanghai

World Intellectual Property Day (or Happy Birthday WIPO) - Spruson ...


Moon of Shanghai

L Romanoff

Larry Romanoff,

contributing author

to Cynthia McKinney's new COVID-19 anthology

'When China Sneezes'

When China Sneezes: From the Coronavirus Lockdown to the Global Politico-Economic Crisis

manlio

James Bacque

BYOBLU

irmãos de armas


Subtitled in PT, RO, SP

Click upon CC and choose your language.


manlio

VP




Before the Presidential Address to the Federal Assembly.



The President of Russia delivered
the Address to the Federal Assembly. The ceremony took
place at the Manezh Central Exhibition Hall.


January
15, 2020


vp

President of Russia Vladimir Putin:

Address to the Nation

Address to the Nation.

READ HERE


brics


Imagem

PT -- VLADIMIR PUTIN na Sessão plenária do Fórum Económico Oriental

Excertos da transcrição da sessão plenária do Fórum Económico Oriental

THE PUTIN INTERVIEWS


The Putin Interviews
by Oliver Stone (
FULL VIDEOS) EN/RU/SP/FR/IT/CH


http://tributetoapresident.blogspot.com/2018/07/the-putin-interviews-by-oliver-stone.html




TRIBUTE TO A PRESIDENT


NA PRMEIRA PESSOA

Um auto retrato surpreendentemente sincero do Presidente da Rússia, Vladimir Putin

CONTEÚDO

Prefácio

Personagens Principais em 'Na Primeira Pessoa'

Parte Um: O Filho

Parte Dois: O Estudante

Parte Três: O Estudante Universitário

Parte Quatro: O Jovem especialista

Parte Cinco: O Espia

Parte Seis: O Democrata

Parte Sete: O Burocrata

Parte Oito: O Homem de Família

Parte Nove: O Político

Apêndice: A Rússia na Viragem do Milénio


contaminação nos Açores



Subtitled in EN/PT

Click upon the small wheel at the right side of the video and choose your language.


convegno firenze 2019